16/04/12

7 Domande a Alessandro Castelli


1.Presentati per favore:
Salve,
Mi chiamo Alessandro Castelli e sono un "fotoamatore" Siciliano di Siracusa.
Mi piace specificare questa cosa (fotoamatore) per rispetto di chi ha studiato la "luce",la fotografia e i suoi maggiori esponenti,ovvero i fotografi di professione.
Sono Laureato in psicologia e prossimo alla specializzazione in ambito riabilitativo e clinico,cio nonostante la mia passione è la FOTOGRAFIA.

2.Quando hai iniziato a fotografare?
Non c'è una data precisa da piccolino giocavo con la macchina fotografica e mio nonno mi ha regalato la prima macchinetta a rulino dandomi anche la possibilità di stampare le mie prime foto.
Ho iniziato forse un po più seriamente a dedicarmi a questa passione con l'avvento del digitale ed esattamente intorno al 2008.Ma sto ancora studiando e imparando giorno dopo giorno.
In questa disciplina non si smette mai di imparare e affinare la tecnica.

3.Cosa utilizzi per creare le tue foto (fotocamera, Software, obiettivi, luci, studio...ecc)?
Sono un CANONISTA, non me ne vogliano i possessori Nikon,vi voglio bene lo stesso,ma mi sono trovato bene con questa marca e per ciò che ho cercato di trasmettere e creare la canon ha fatto sempre bene e mi ha dato tante soddisfazioni.
Ho una 40D e una 60D,accompagnate da Canon 70-200 f4 serie L,canon 50 mm 1,8 e un 17-85mm 3.5 5.6. allargherò la famaglia degli obiettivi, ma i fondi degli studenti sono quelli che sono e di sti tempi gli universitari tra tasse e altre spese non siamo messi benissimo.
Ho un mini studio portatile composto da 2 flash con luci pilota e 2 softbox 50x70,snoot,pannelli riflettenti e roba varia che utilizzo prettamente per i ritratti.Non sono un fan del ritocco, giusto qualcosa in Lightroom per sistemare il RAW se proprio devo.



4.Chi o cosa ti ispira?
Bhe, basta affacciarsi da una finestra e si è subito attratti da qualcosa. La fotografia e fatta anche da scatti semplici che magari esprimono tantissime emozioni.
Personalmente preferisco i personaggi che animano i centri storici, o le persone nella loro quotidianeità,la loro gestualità e semplicità.
Anche i ritratti mi incuriosiscono tanto, specialmente se chi ritraggo ha qualcosa che cattura l'osservazione mia e di chi guarda la foto.

5.Quanto tempo impieghi al mese/settimana per fotografare?
Tempo? eheh questo è un argomento tosto.
Non saprei la macchina fotografica è quasi sempre con me, ufficialmente dipende da cio che questa disciplina mi offre...Feste, passeggiate, sagre, folklore e avvenimenti vari.Non stabilisco nulla a priori fatta eccezione per qualche ritratto.

6.Facci vedere il tuo scatto preferito, e spiegaci perché ti piace.


Tecnicamente non è tra i miei scatti migliori,ma mi piace perchè, ero tra gli invitati e sono riuscito a catturare questo momento molto tenero, con uno scatto quasi sportivo e da reportage, basti vedere i chicchi di riso bloccati in aria uso "matrix".
La cosa che mi piace è la dolcezza della sposa nel proteggere il bacio da "occhi indiscreti" col buquet, ma anche la calca di persone che fa capire la confusione che si crea all'uscita degli sposi dalla chiesa.

7.Che consiglio daresti a chi ha appena iniziato a fotografare?
Il primo è scattate...scattate...scattate.
Diceva Bresson "Le tue prime 10,000 fotografie sono le peggiori" Quindi l'unico modo per migliorarci è scattare,ma soprattutto lasciarsi trascinare da questa passione che ci porta a contatto con soggetti ed emozioni che ci porteremo sempre dentro di noi.

Alessandro Castelli nel web:
http://www.flickr.com/photos/vercettisr/
http://www.alecastelli.it/
http://500px.com/vercettisr
https://www.facebook.com/AlessandroFotografiaCastelli

-
(per essere intervistati e partecipare a "7 domande a...." clicca qui)